risolvere_problemi_lavoro_percorsi_di_consapevolezza

Problemi al lavoro?

L’attività lavorativa dovrebbe essere il mezzo principale attraverso cui esprimerci e manifestarci.

Dovrebbe essere il modo attraverso cui scoprire il nostro potenziale ed esprimere il nostro unico e speciale talento: noi stessi.

Passiamo la maggior parte del nostro tempo al lavoro. Siamo esseri umani, non macchine: per questo motivo, la qualità della nostra vita dipende in grande parte dalla qualità della nostra attività lavorativa.

Sappiamo anche che le emozioni e gli stati d’animo sono gli indicatori della qualità della nostra vita: possiamo dire che viviamo una vita insoddisfacente quando proviamo stati d’animo negativi ed una buona vita quando viviamo soprattutto emozioni buone.

Che qualità hanno gli stati d’animo che viviamo al lavoro?

Ci sentiamo appagati, soddisfatti, realizzati, felici? Viviamo fiducia e sicurezza?

Oppure siamo risucchiati da sfiducia, impotenza e mancato riconoscimento? Quanta stima c’è?

In che modo il lavoro rappresenta una risorsa nella nostra vita oppure un problema?

Se queste domande vi stimolano una riflessione, allora forse è il caso di continuare a leggere ed approfondire.

I sette principali ambiti in cui sperimentiamo problemi al lavoro

  1. Relazione con i superiori, con i colleghi o con i soci. Non riusciamo a farci capire come vorremmo, ci sentiamo incompresi e sfruttati, diamo tanto e riceviamo poco o niente in cambio, siamo i capri espiatori di ogni situazione. Incontriamo chi ci fa un sorriso tirato e poi dietro parla male di noi e ci accoltella alle spalle. Non ci si può mai fidare di nessuno. Gli altri ottengono sempre più di noi, e più facilmente.
  2. Mancato raggiungimento degli obiettivi, con senso di fallimento e sfiducia. Il mercato è difficile, soprattutto nel nostro settore. I clienti non pagano mai come dovrebbero e i fornitori ci stanno col fiato sul collo. L’agenzia delle entrate è il nostro socio di maggioranza. Non si guadagna mai abbastanza per stare tranquilli e nemmeno questo trimestre siamo riusciti a raggiungere il budget. Ormai termina anche la speranza e ci sentiamo sopraffati, delusi e falliti. Non ce la faremo mai. È tutto così difficile.
  3. Ritmi troppi intensi, con conseguente stress. Non abbiamo mai un minuto per respirare. Il nostro carico di lavoro è talmente pesante che sentiamo di essere sul punto di scoppiare ogni momento. Anche se ci ammaliamo non possiamo stare a casa a riposare. Le ferie sono solo un miraggio e passano così in fretta che non facciamo in tempo a ricaricare le energie.
  4. Mancanza di riconoscimento e stima, con conseguente impotenza e rabbia. Non siamo riconosciuti per l’impegno che ci mettiamo. Nessuno crede in noi, e nemmeno noi ormai crediamo di potercela fare. C’è sempre qualcuno che riesce ad ottenere gli incarichi migliori, o i clienti migliori, al miglior guadagno. Abbiamo mandato giù tanti di quei bocconi amari che ormai siamo verdi di bile. Se ci capita davanti quello là…lo prendiamo sotto sulle strisce!!!
  5. Scarso equilibrio tra vita lavorativa e vita personale. La nostra attività lavorativa funziona bene, ci piace e ci dà soddisfazioni, sia personali che economiche, ma che prezzo stiamo pagando in termini di salute e di relazioni personali e familiari? Sentiamo che non può andare avanti così, esiste anche altro!
  6. Mancanza di stabilità e sicurezza. Il lavoro dovrebbe darci soprattutto un senso di tranquillità e di sicurezza, ma ormai di sicuro non c’è più niente, né come dipendenti, né come imprenditori o liberi professionisti. È tutto così veloce che non ci si può rilassare nemmeno un attimo.
  7. Mancanza di senso e autorealizzazione. Eh, qui le cose si fanno davvero serie. Non solo il lavoro è pesante e stressante, ma soprattutto non ci piace per niente. Sentiamo che non riusciamo ad esprimerci, che più lavoriamo più perdiamo noi stessi e ci allontaniamo dal vero senso della vita. Il lavoro, invece di nobilitarci, ci aliena da noi stessi. Sentiamo che non abbiamo un posto nella nostra stessa vita e tutto diventa triste e pesante.

Come uscire da tutto questo?

La risposta a questa domanda è prima di tutto nella nostra mente: esistono credenze, sistemi di convinzioni e pensieri che si frappongono fra noi e la possibilità di trovare una soluzione.

Esistono ruoli e identità che sono in contrasto con i risultati che desideriamo ottenere.

Partendo dal ridisegnare nella nostra mente identità, pensieri e credenze, potremo facilmente far emergere nuove abilità e capacità che abbiamo tenute nascoste e potremo mettere in atto comportamenti utili al cambiamento, in sostituzione a vecchie abitudini limitanti. E i nuovi comportamenti faranno cambiare qualcosa anche nelle cose e nelle persone attorno a noi.

Se cambi tu, il mondo intorno non può restare uguale! 

Come si dice in PNL, è soprattutto il nostro atteggiamento a fare la differenza nella nostra vita, e questo è il punto centrale su cui concentrarci se vogliamo risolvere i problemi al lavoro.

Abbiamo bisogno di guardare le cose un po’ più dall’alto: osservare che esistono altre strade per arrivare allo stesso obiettivo, percepire che vi sono molte più possibilità di quante abbiamo considerato finora! 

Il primo problema è il modo in cui percepiamo il problema: se cambiamo il modo di percepirlo troveremo anche soluzioni che ora sembrano impossibili.

Prima è necessario andare ad individuare il problema dentro di noi, poi potremo portare il cambiamento fuori.

Allora potremo far sì che il nostro lavoro diventi un flusso di manifestazione (cioè dire, fare, esprimere, creare) in cui soldi, stima, riconoscimento, gioia, amore e realizzazione saranno la diretta conseguenza del nostro impegno, in proporzione a quanto questo impegno è utile agli altri.

Ecco perché con il coaching e la crescita personale puoi risolvere problemi che al momento ti sembrano insormontabili. Un coach può aiutarti ad allargare la tua mappa, a trovare da te nuovi punti di vista e nuove opportunità. Può farti scoprire stima e fiducia in te stesso così che tu possa esprimere quella unicità che il mondo sta aspettando: Te!

 

SEI INTERESSATO A RISOLVERE I TUOI PROBLEMI? PUOI PARTECIPARE AL CORSO:

Risolvere i problemi

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi leggere anche: 

Risolvere i problemi

 

Leave a Comment